SERVIZI
Guida all'acquisto
Trasporto
Permuta online
Calcola finanziamento
Calcola bollo
Prenota Test Drive
Area commercianti
telefono 0883695142
SOCIAL
seguici su facebook Facebook
seguici su twitter Twitter
seguici su google plus Google+
seguici su youtube Youtube
seguici sul nostro blog Blog
fai un check-in su foursquare Foursquare
iniziative promosse da automurgia
PROMOZIONI
FIAT Punto
1.3MJT S&S 95CV 5p. Easy
€ 8.490
FORD C-Max
7 1.6 TDCi 115CV PLUS
€ 12.990
LANCIA Ypsilon
1.3 MJT 16V 95 CV 5 porte S&S Gold
€ 9.690
dealer day - internet sales award
BLOG
Nasce il cemento mangiasmog, l’invenzione da ‘Oscar’ tutta Made in Italy
Nasce il cemento mangiasmog, l’invenzione da ‘Oscar’ tutta Made in Italy
Nasce il cemento mangiasmog, l’invenzione da ‘Oscar’ tutta Made in Italy Un cemento che mangia lo smog? Non è fantascienza bensì un prodotto Italcementi, ora candidato all’Oscar europeo per la migliore invenzione nel settore industriale. Quest’anno agli European Inventor Award, gli Oscar per l’innovazione che si terranno il 17 giugno 2014 a Berlino, parteciperà anche l’Italia con un cemento anti-smog, che mangia l’inquinamento: è questa l’incredibile invenzione dell’azienda di Bergamo Italcementi. Si chiama Millennium ed è in grado di assorbire le particelle inquinanti e di trasformarle in aria pulita. Potrebbe diventare un alleato delle città che lottano contro le polveri sottili. Il problema dell’inquinamento atmosferico in Italia non è circoscritto a poche aree del Paese, ma coinvolge ormai tutti i centri urbani, dove sono concentrati circa i 2/3 della popolazione. Le emissioni dei gas di scarico e degli impianti di riscaldamento sono solo alcune delle principali cause dell’inquinamento atmosferico e della produzione di sostanze nocive, che contribuiscono alla diffusione di gravi malattie ed alla rovina dei beni architettonici. Il meccanismo con cui funziona il rivestimento anti-inquinamento della Italcementi assomiglia a quello della fotosintesi clorofilliana: il biossido di titanio, uno tra i dieci componenti del cemento, sostanza innocua contenuta anche in alcuni prodotti alimentari come la gomma da masticare, ha proprieta’ fotocatalitiche, consente cioe’ di ossidare, in presenza di luce e di aria, le sostanze organiche e inorganiche come le polveri sottili, gli ossidi di azoto e il benzene presente nell’ambiente. Tutti i gas di scarico dei tubi di scappamento, le sostanze inquinanti e le particelle nocive ‘cittadine’ vengono trasformate in nitrati di sodio e calcio che precipitano, e in anidride carbonica. Il professor Luigi Cassar, 76 anni, nove nipoti e quasi vent’anni di carriera nei laboratori della Italcementi, è il chimico che ha inventato il cemento antismog, destinato a cambiare l’ambiente: “Gli architetti e i costruttori – ricorda Cassar – ci chiedevano di mettere a punto un intonaco bianco in grado di resistere alle intemperie e mantenere brillantezza e candore. Partendo dal fatto che il cemento ha un superficie porosa abbiamo creato un materiale che reagisce alla luce solare”. Il primo grande intervento creato con Millennium è legato alla realizzazione dei conci della Chiesa “Dives in Misericordia” progettata dall’architetto americano Richard Meier. É stato infatti dimostrato che il cemento ddi Cassar, oltre ad avere una particolare brillantezza, è in grado di auto-pulirsi poichè si attua un processo ossidativo che porta alla decomposizione delle sostanze organiche e consente di tornare al bianco iniziale. Se si coprisse con Millenium il 15 per cento di una città come Milano, dicono alla Italcementi, si otterrebbe una riduzione della metà dell’inquinamento. Il Comune di Segrate si è prestato come laboratorio a cielo aperto per testare gli effetti reali del cemento mangia smog che ha già registrato una riduzione del 25% di medie delle concentrazioni di agenti inquinanti. Tra i pregi del cemento ecologico sono anche una buona capacità di assorbire i rumori del traffico urbano e di illuminare, poichè è più chiaro del comune asfalto e quindi permette agli automobilisti di leggere meglio la segnaletica stradale durante la notte. Non solo, dalle prime sperimentazione di Segrate pare anche che il cemento Millennium abbia effetti antiscivolo e tenga bene le frenate delle auto. L’ecocemento per ora ridurrà l’effetto dei gas di scarico ai semafori ma presto il materiale ecologico potrà essere utilizzato anche nelle case: nei prossimi giorni prenderà il via la sperimentazione negli interni, dove il prodotto verrà utilizzato sottoforma di un particolare intonaco. Basterà stenderne un manto sulle pareti per assorbire fumo di sigaretta, inquinanti del riscaldamento o dei fornelli da cucina. Non ci resta dunque che attendere l’arrivo nella vita di tutti noi del cemento del futuro. Fonte: fanpage.it ...
Boom delle Fiat 500 d'epoca, una N Sport vale 58mila euro
Boom delle Fiat 500 d'epoca, una N Sport vale 58mila euro
Boom delle Fiat 500 d'epoca, una N Sport vale 58mila euro Le aste degli ultimi mesi e gli annunci degli specialisti delle auto d'epoca stanno evidenziando un crescente interesse, ed un conseguente aumento delle quotazioni, per i modelli Fiat un tempo considerati 'popolari' e oggi entrati invece nel gotha del collezionismo, soprattutto se appartenenti a serie prodotte in un numero limitato di esemplari.Le Fiat 600 e le Fiat 500 hanno, insomma, raggiunto valori che fino a qualche anno fa erano propri di modelli piu' blasonati nell'ambito del Made in Italy, a riprova del cambiamento nell'immagine del brand torinese legato al successo globale dell'attuale 500. Una conferma di questo trend arriva dalla Gran Bretagna, dove uno dei piu' noti specialisti del settore, il London Classic Garage, ha messo in vendita in questi giorni una Fiat 500 N Sport Tetto Chiuso del 1958, con una richiesta pari a 58.000 euro. Una cifra 'importante' che e' giustificata dal perfetto stato di questo esemplare - telaio 033146 con immatricolazione italiana - che e' stato riportato nell'anno 2000 alle condizioni originali con un restauro durato 1.200 ore.Lo certificano l'attribuzione della targa oro dell'ASI, della targa oro del Registro Fiat e la completa documentazione Fiva che permette l'impiego di questa auto nelle competizioni. Di questa serie della Fiat 500 N Sport Tetto Chiuso, afferma l'autorevole sito Classic Driver che pubblica l'inserzione della London Classic Garage, sopravvivono oggi soltanto 3 esemplari. Presentata al 45mo Salone dell'Automobile di Parigi, la 500 Sport venne proposta come variante 'racing' della popolare utilitaria torinese.Costava 560mila lire, aveva un solo colore di carrozzeria (grigio chiaro), il tetto rigido in lamiera (al posto di quello apribile con chiusura in tela) e una fascia rossa sulle fiancate. La cilindrata era leggermente cresciuta (499,5 cc) e la potenza portata a 21,5 Cv cosi' da permettere una velocita' massima di 105 km/h. Fonte: Contauto.it...
Nuova Alfa Romeo Giulietta: sarà a trazione posteriore
Nuova Alfa Romeo Giulietta: sarà a trazione posteriore
Nuova Alfa Romeo Giulietta: sarà a trazione posteriore Sergio Marchionne vuole che il Biscione sia migliore della Bmw: per questo anche l’erede della Alfa Romeo Giulietta sarà a trazione posteriore Dopo le notizie sui propulsori che verranno montati sulla nuova berlina Alfa Romeo (ancora non si sa se sarà chiamata Giulia), giunge la notizia ancor più forte che la nuova Alfa Romeo Giulietta sarà a trazione posteriore. Sono tante le indiscrezioni che stanno arrivando dal gruppo FCA sul piano di rilancio 2016-2018 ed in particolare sarà l’Alfa Romeo a doversi rifare.  Sono, infatti, disastrosi i dati di vendita degli ultimi anni e c’è assoluto bisogno di recuperare quei segni di sportività che hanno contraddistinto la casa di Arese nel tempo. Una vera svolta per la nuova Giulietta sarà appunto la trazione posteriore con cui l’auto diventerà un’agguerrita rivale della Bmw Serie 1: saranno sicuramente potenti ed efficienti le motorizzazioni e non mancherà al top di gamma la versione sportivissima “Quadrifoglio Verde”.In casa Alfa Romeo si pensa davvero in grande: dopo la Giulia e la suddetta nuova Giulietta sarà la volta dell’erede della 164.  Per capirci saremo di fronte ad una degna avversaria di Audi A6, Mercedes Classe E e Bmw Serie 5, ma anche delle meno blasonate ma non per questo meno prestigiose Jaguar XF, Lexus GS ed Infiniti Q 70. Ma Alfa Romeo non smetterà di stupire con l’arrivo, entro il 2018, di una coupè sportiva, di una station wagon su base Giulia oltre a due suv di media e grossa taglia. Con questi presupposti Alfa Romeo dovrebbe riportarsi ad un livello di vendite attorno ai 400.000 esemplari all’anno. Fonte: infomotori.com ...
iscriviti alla mailing list
partner autoscout24 partner automobile.it partner annunciautousate partner automobili.com partner autoaffari partner automotomotori partner cuboauto partner autosupermarket partner car4you partner trovit partner tao01 partner subito.it partner secondamano.it partner kijiji partner infomotori partner explorercar partner clickar partner carbusiness partner bakeka.it partner autoexpoweb partner autoinserzioni