SERVIZI
Guida all'acquisto
Trasporto
Permuta online
Calcola finanziamento
Calcola bollo
Prenota Test Drive
Area commercianti
telefono 0883695142
SOCIAL
seguici su facebook Facebook
seguici su twitter Twitter
seguici su google plus Google+
seguici su youtube Youtube
seguici sul nostro blog Blog
fai un check-in su foursquare Foursquare
iniziative promosse da automurgia
PROMOZIONI
TOYOTA RAV 4
RAV4 Crossover 2.2 D-4D 150 CV Sol - Tagliandata
€ 13.490
FIAT 500L
1.3 Multijet 85 CV Pop Star
€ 13.690
FIAT Punto
1.3 MJT II 75 CV 5porte Lounge
€ 8.990
dealer day - internet sales award
BLOG
Automurgia per il benessere!
Automurgia per il benessere!
L'estate è quasi finita, ma è ancora tempo di rimettersi in forma!Automurgia, da sempre in prima linea quando si parla di sponsorizzare le aziende e le attività volte a valorizzare il nostro territorio, parteciperà con una esposizione di auto il giorno 20 Settembre, a Barletta, in occasione dell' OPEN DAY "Insieme per il benessere"! L'evento, organizzato dal centro sportivo "Accademia del Nuoto" vi permetterà di mettervi alla prova nell'esercizio di tutte le varie attività che il Centro vi offre: potrete prenotare una lezione di nuoto, di fitness, di acqua gym o yoga! Tutto gratuitamente! Per maggiori informazioni rivolgetevi direttamente a noi, a Barletta, in via Trani 93/95. Vi aspettiamo numerosi!...
L'auto da corsa del futuro
L'auto da corsa del futuro
 Un progetto nato dagli appassionati delle corse di tutta Europa, ha dato vita a un design “collaborativo” suFacebook. Il noto social network ha raccolto le idee di esperti tramite il concorso “Dunlop Future Race Car Challenge”. Tutti i suggerimenti giunti sono stati esaminati e rielaborati da Sergio Rinland, famoso progettista dimonoposto da Gran Premio e di vetture della24 Ore di Le Mans. Le migliori proposte hanno costituito la base per la realizzazione della macchina da corsa del futuro, con motore elettrico, navigazione tramite telecamera, con l’aspetto che si modifica per migliorare l’aerodinamica, un sistema di recupero dell’energia in frenata e pneumatici intelligenti. Il vicolo futuristico è stato progettato con quattro motori elettrici, presenti inizialmente a bordo della monoposto e alimentati da una batteria a combustibile a idrogeno e una batteria aggiuntiva agli IoLi come riserva di potenza. In futuro i circuiti potranno avere un’infrastruttura di ricarica a induzione, che consentirà alle vetture di correre senza dover trasportare energia a bordo, aumentando l’efficienza e alleggerendo l’auto.Per quanto riguarda l’aerodinamica, il veicolo utilizzerà dei sistemi adattativi, in altre parole la monoposto potrà assumere forme diverse, tramite materiali piezoelettrici presenti all’interno dei materiali laminati compositi. La carrozzeria adattativa consentirà di ridurre la resistenza aerodinamica sui rettilinei, aumentare la deportanza in curva e controllare i sistemi di raffreddamento durante la corsa. Sarà anche dotata di nano particelle presenti nei materiali compositi che consentiranno una maggiore resistenza e sicurezza oltre a conferire una maggiore leggerezza al veicolo. Il tutto sarà controllato da telecamere e piccoli display presenti nell’abitacolo che offriranno al pilota una visione a 360°, che consentirà l’eliminazione degli specchietti retrovisori.I pneumatici saranno dotati di sensori interni che invieranno le informazioni al computer di bordo, che sarà in grado di adattare le sospensioni a secondo del tipo di asfalto, l’erogazione della potenza e il sistema di frenata, in modo da sfruttare al meglio le gomme. Anche ipneumatici, studiati appositamente da Dunlop, utilizzeranno deisistemi intelligenti in grado di controllare la temperatura, la pressione, e sarà anche possibile cambiare la loro forma. Tutto questo servirà a, ridurre l’attrito durante il rotolamento, migliorare le prestazioni aerodinamiche sui rettilinei e aumentare la zona di contatto in curva e in frenata. Le gomme saranno in grado di adattarsi alla pista sia sull’asciutto e sia sul bagnato, evitando di fare i pit stop durante la corsa.Il sistema di frenata, non utilizzerà freni a disco tradizionale, ma sarà in grado di recuperare l’energia in frenata al 100% che sarà immagazzinata in super-condensatori o nei volani e potrà essere utilizzata durante la corsa quando servono picchi di potenza.Che dire, una race car progettata con buoni propositi, chissà se riusciremo a vederla in pista....
Neopatentati, nuovo regolamento
Neopatentati, nuovo regolamento
Ecco la classica riforma che modifica poco, un leggero ritocco alla norma, una rivoluzione mancata: parliamo della regola che riguarda i neopatentati, ossia chi ha la licenza di guida da meno di un anno. Oggi, in base a un complicatissimo articolo 117 del Codice della strada, ai titolari di patente di guida di categoria B, per il primo anno dal rilascio non è consentita la guida di auto aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kw/t. E con un ulteriore limite di potenza massima pari a 70 kW. Le limitazioni non si applicano ai veicoli adibiti al servizio di persone invalide, presenti in macchina. Un articolo che penalizza in modo pesantissimo le famiglie italiane, costrette a comprare una vettura specifica per i ragazzi; e che influisce negativamente sulla sicurezza stradale, giacché se un giovane per un anno è impossibilitato a guidare, l’anno successivo, quando finalmente può mettersi al volante, potrebbe aver dimenticato parecchi di quello che aveva imparato in precedenza. Sia a livello pratico (come si conduce il mezzo) sia a livello teorico (cartelli, precedenze, distanza di sicurezza). L’occasione per fare tabula rasa è il disegno legge che modificherà il Codice della strada in autunno. Ma quale soluzione sta adottando il legislatore? Sì alla guida di auto potenti, ma con un patentato esperto accanto. Un vincolo meno forte, ma pur sempre un vincolo importante.Che cosa può succedereIl neopatentato potrà mettersi al volante anche di una Ferrari, ma solo con a fianco una persona di età non superiore a 65 anni, e con patente conseguita da almeno dieci anni. In ogni caso, quando, trascorso un periodo di sei mesi, il neopatentato non abbia commesso infrazioni passibili di decurtazione di punteggio. Ricapitolando: resta il limite di potenza. Che sparisce a una di queste due condizioni: o hai un esperto accanto; oppure, dopo sei mesi con l’esperto accanto, non hai mai commesso infrazioni gravi. Una situazione ancora più caotica di prima, a dire il vero. La multa per il neopatentato che guida un’auto vietata è di 152 euro, più la sospensione della patente da due a otto mesi. Ma forse (anche se questa osservazione può apparire politicamente scorretta), il limite di potenza non vale per gli stranieri. “Il titolare di patente di guida italiana che, nei primi tre anni dal conseguimento della patente, circola oltrepassando i limiti di guida e di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa...": il Codice della strada parla di patente italiana...Il secondo guaioFra l’altro, resta anche il secondo problema, ossia la durata di status di neopatentato, che crea enorme confusione fra i ragazzi e in famiglia. Per l’alcol, il divieto di bere vale tre anni: il neopatentato non ha il limite di mezzo grammo di alcol per litro di sangue. E per la velocità? Chi ha la patente da meno di tre anni deve rispettare limiti di velocità restrittivi: 100 km/h (invece di 130) sulle autostrade e 90 km/h (anziché 110) sulle extraurbane principali. Infine, chi ha conseguito la licenza da meno di tre anni, se commette un'infrazione taglia-punti, subisce una decurtazione di punteggio doppia rispetto al normale. Sempre più difficile… Ma l’obiettivo non era semplificare il Codice della strada?Fonte: Omniauto.it...
iscriviti alla mailing list
partner autoscout24 partner automobile.it partner annunciautousate partner automobili.com partner autoaffari partner automotomotori partner cuboauto partner autosupermarket partner car4you partner trovit partner tao01 partner subito.it partner secondamano.it partner kijiji partner infomotori partner explorercar partner clickar partner carbusiness partner bakeka.it partner autoexpoweb partner autoinserzioni